Le nostre routine e i nostri programmi quotidiani giocano un ruolo fondamentale nel determinare cosa e quando mangiare. Pertanto, quando i programmi di allenamento e le richieste energetiche cambiano, è importante che gli atleti consultino il proprio dietista per rivalutare se l’assunzione corrente è appropriata e per applicare strategie nutrizionali per soddisfare le nuove esigenze.

In questo momento c’è una grave interruzione nella routine quotidiana di quasi tutti. Ciò significa che vale la pena fermarsi e guardare cosa stai mangiando in modo che le tue abitudini alimentari si adattino allo stile di vita e alle circostanze in cui ti trovi.

Questo può includere considerazioni per meno formazione, meno attività accidentali, più tempo a casa e una maggiore abbondanza di cibo a casa.

La tua nuova routine sarà probabilmente molto diversa da quella che fai di solito. Va bene essere diversi e flessibili per adattarsi al giorno che ti aspetta per allineare l’assunzione alla quantità di attività che stai facendo.

Pertanto:

Se stai facendo meno attività dovresti mangiare meno cibo

Per alcuni atleti consumare meno non sarà facile poiché le abitudini alimentari con carichi di allenamento elevati sono radicate.

Continua a consumare pasti sani ed equilibrati, che includano proteine ​​magre regolari, carboidrati integrali e ricchi di fibre, molta frutta e verdura e limitando il cibo trasformato e confezionato. Tempistica, quantità e fonti giocheranno un ruolo nella gestione efficace della tua alimentazione per alimentare le prestazioni.

Di seguito sono riportati alcuni punti da considerare per mantenere la coerenza nelle abitudini alimentari a casa più del solito.

8 modi per gestire la dieta quando si lavora da o più tempo a casa

1. Focus

Pensa a quale sia il tuo risultato o il tuo obiettivo. Potrebbe essere quello di rimanere in buona salute, avere un forte sistema immunitario, mantenere la massa muscolare o stare bene mentalmente. Questa motivazione ti aiuterà a guidare e guidare le tue scelte alimentari quando il cibo è in abbondanza.

2. Piano

Avere un piano per pasti e spuntini e sapere cosa potresti mangiare durante la giornata ti manterrà in controllo di ciò che mangi, quindi le cattive abitudini non si insinuano.

3. Struttura

Impostare gli orari in cui mangerai ti consente di determinare se stai mangiando perché è ora di nutrire il tuo corpo o se sei semplicemente annoiato o emotivo.

4. Non usare il cibo per scappare

Pensare a cosa mangiare, mangiarlo e poi riflettere se avresti dovuto mangiarlo può essere una facile distrazione. Se hai bisogno di scappare da quello che stai facendo, prenditi una pausa. Non significa che devi mangiare per giustificare quella pausa. Prova invece alcune pause non legate al cibo, ad esempio correre su e giù per le scale, fare degli addominali, leggere un libro o chiamare un amico.

5. Consapevolezza

Avere una certa consapevolezza di ciò che stai mangiando è importante in modo da non perdere traccia di ciò che hai consumato. Prepara e metti i pasti su un piatto, siediti a mangiare, spegni la televisione invece di mangiare fuori dalla scatola o dal frigorifero.

6. Sii creativo

Con più tempo puoi introdurre flessibilità e varietà in ciò che mangi. Prenditi il ​​tempo extra che hai in cucina per cucinare o preparare un pasto, arrostire verdure, provare nuove ricette o cucine.

7. Tempistica dei pasti

C’è una differenza tra il pascolo e gli spuntini strutturati. Raccogliere un boccone di qualcosa ogni ora circa potrebbe non darti abbastanza proteine ​​e potrebbe agire per aumentare i livelli di glucosio nel sangue. Ciò potrebbe significare che il tuo sistema digestivo non si riposa davvero. Fai invece uno spuntino equilibrato che soddisferà maggiormente il corpo e fai pause più lunghe tra i pasti per mangiare ogni 3-4 ore se l’attività è bassa e ogni 2-3 ore se l’attività è alta.

8. Sii indipendente

Se altri in casa tua mangiano qualcosa al di fuori dei pasti principali che potrebbe non essere adatto alla tua attenzione, allora va bene rifiutare. Cerca di non mangiare cibo solo perché è lì.

Guida le tue scelte alimentari domestiche con pensiero, concentrazione e pianificazione. Diventa creativo, non usare il cibo come evasione o lasciare che gli altri nella tua famiglia influenzino la tua alimentazione personale.